Italiano  Inglese

Portale Ufficiale del Turismo della Provincia di Rovigo


11-Gorgo della sposa, Trecenta
Sei in: Home / Ambiente e Natura / Gorghi
Torna all'inizio

I GORGHI

I gorghi sono luoghi di magia, testimonianza tangibile del ruolo che svolge il fiume in Polesine. I gorghi sono piccoli ma profondi specchi d’acqua di forme tondeggiante senza emissari, frutto dell’azione erosiva delle acque durante le fasi di rotta, per tracimazione o sfondamento di un argine o un dosso, alimentati dalle acque sotterranee. Essi testimoniano la presenza del fiume, e ricordano al visitatore che qui un tempo è accaduto qualcosa: l’acqua ha tracimato e rotto l’argine lasciando un tranquillo specchio d’acqua a segnalare il suo passaggio.

Si tratta quindi di un’area naturale protetta del tutto particolare, di grande interesse naturalistico e paesaggistico, ricca di vegetazione e habitat ideale per l’avifauna, gallinelle d’acqua, germani, folaghe, picchio rosso, gazza, rigogolo.

Un luogo ideale per chi ama il contatto con la natura più incontaminata, ascoltare solo il rumore del vento e il canto degli uccelli. Da non perdere per chi vuole conoscere davvero il Polesine, quello più originale e autentico. Il Polesine è la provincia veneta dove si trova il maggior numero di gorghi, proprio perché è terra tra due fiumi, i due più grandi fiumi italiani. I più interessanti gorghi polesani si trovano lungo gli antichi rami del Po, nei Comuni di Trecenta, Fiesso Umbertiano e Pincara - lungo il corso del Tartaro - a Castelnovo Bariano, Giacciano con Baruchella, Bergantino - mentre a Occhiobello, Bosaro, Arquà Polesine, Pettorazza Grimani, Ariano si trovano i gorghi minori tra Po, Adige e Delta.

Torna indietro

 

Turismo Congressuale

Booking Online

Slow Tourism

Slow Tourism

Motor

Adria Interbike